Bilancio di competenze

Il Bilancio di Competenze è una tecnica di Consulenza Orientativa che ha come obiettivo principale quello di supportare le persone in fase di transizione lavorativa nell’autoanalisi delle proprie competenze e motivazioni e nella definizione di un progetto professionale e di un relativo piano d’azione.

Sviluppato in Francia e poi importato da altri paesi europei, non ha equivalenti nei Paesi anglosassoni che hanno sviluppato invece interventi di tipo eterovalutativo a servizio dell’azienda, come l’Assessment Centre.

La legislazione francese definisce questo tipo d’intervento nel seguente modo: “Le azioni di Bilancio di Competenze permettono ai lavoratori di analizzare le proprie competenze professionali e personali, così come le proprie attitudini e motivazioni, allo scopo di determinare un progetto professionale e, se necessario, un progetto di formazione”.

Altra definizione interessante è quella che sostiene che “Il Bilancio di Competenze può essere considerato un luogo ed un tempo, nel quale e attraverso il quale, la persona ha l’occasione di sviluppare una maggiore consapevolezza rispetto ai contesti sociali e organizzativi in cui è inserito e contestualmente ha la possibilità di negoziare, in primo luogo con se stesso, un progetto di sviluppo socio professionale realistico” .

Il primo scopo che si intende raggiungere con questo intervento è fare chiarezza in merito alle proprie competenze, motivazioni, punti di sviluppo in funzione del proprio progetto. Conoscere tutto questo consente di fare scelte in modo più consapevole, siano esse importanti o scelte quotidiane. Altro obiettivo del Bilancio di Competenze è infatti il supporto alla scelta, inteso come supporto alla persona affinché possa avere tutti gli elementi e le metodologie necessari per poter scegliere in modo efficace.

Questo intervento, che diventa per la persona un vero e proprio “percorso” , si rivolge a chi sta vivendo una fase di transizione, spesso un momento di crisi emotivamente intenso, in cui il futuro vieni visto con timore ed incertezza piuttosto che come un’occasione da non perdere. Nel percorso di Bilancio assume quindi grande importanza il vissuto emotivo individuale che ha anche un ruolo motivazionale. La persona viene guidata nell’individuazione dei propri bisogni e desideri pur non perdendo di vista l’analisi della realtà esterna.

Buon lavoro!